Campus Marche 2019

Importante appuntamento per il Rotary Club Jesi che, anche per il 2019, rinnova la sua promessa di solidarietà a favore dei ragazzi diversamente abili sostenendo il progetto Campus Marche.

JESI – “Una famiglia sola non basta”. Il motto dell’Anffas, l’associazione nazionale delle famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, può essere preso a prestito per sintetizzare la proficua collaborazione in atto fra la stessa associazione, coordinata in città da Antonio Massacci, e il Rotary Club Jesi (presieduto da Giorgio Galeazzi), che martedì scorso ha organizzato una conviviale al ristorante dell’hotel Federico II di Jesi per dare visibilità a un sodalizio – l’Anffas appunto – che si batte ogni giorno per i diritti dei più deboli.

Da diversi anni, il Rotary Club di Jesi, assieme ad altri Club delle Marche, organizza e promuove il Campus Disabili: un centinaio di ospiti e altrettanti accompagnatori vengono accolti per un’intera settimana al Natural Village di Porto Potenza Picena, dove sono proposte attività ludiche e ricreative, «all’insegna dello spirito di amicizia e di servizio che da sempre alimenta il Rotary International». L’evento è in programma dal 27 maggio al 3 giugno.

«Abbiamo aderito anche quest’anno al Campus, promosso dai rotariani della città – spiega Massacci -. Il Rotary Club jesino, per l’occasione, ha organizzato una bellissima conviviale, donandoci fra l’altro indumenti sportivi da regalare alle persone che andranno a Porto Potenza Picena. Della nostra associazione ve ne sono otto di partecipanti. La serata di martedì scorso è stata davvero gradevole, un momento molto sereno di condivisione. La disabilità è un tema importantissimo, troppo spesso poco dibattuto. L’Anffas a Jesi esiste dal 1991 e conta 40 associati. Ma il numero delle persone con queste difficoltà è più alto».

A tale proposito, l’associazione organizza per domani, venerdì 19 Maggio alle ore 18 a palazzo dei Convegni, un confronto fra i sei candidati sindaco di Jesi, per portare all’attenzione le problematiche che la città e la comunità jesina si pongono nei confronti della disabilità. Spiega l’Anffas: «Sarà un’occasione per riflettere e far riflettere i partiti, le liste civiche, i movimenti e le coalizioni sulle problematiche sociali, sulle condizioni di vita e sulle difficoltà che incontrano le persone con disabilità, oltre che ascoltare quali iniziative le parti intendono porre in essere per rendere Jesi una città sempre più accessibile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.